Socialità, Inclusione, Sensibilizzazione con la “scarrozzata” dei Babbo Natale in carrozzina

E’ iniziata all’insegna dell’Inclusione e della Sensibilizzazione la Festa di Natale 2021 a Favara voluta dall’Amministrazione comunale e condivisa praticamente da tutta la città, denominata “RiaccendiAmo il Natale”.

Questa mattina centinaia di Babbo Natale, in molti in carrozzina, hanno dato vita alla “scarrozzata” organizzata dalle Associazioni di volontariato “Senza Limiti” Favara, “Famiglie Persone Down” Agrigento e “AISM” Agrigento, in collaborazione con il Comune di Favara, e con il Gruppo Scout di Favara.

FONTE: https://www.siciliaonpress.com/2021/12/08/socialita-inclusione-sensibilizzazione-con-la-scarrozzata-dei-babbo-natale-in-carrozzina/

Targa donata all’AFPD da vivisano onlus per meriti sportivi

Oggi è stata l'ennesima bella serata per la nostra squadra. Il mio pensiero, oltre le foto, che inquadrano i momenti che coronano sacrifici e sforzi di tanti che in quelle foto non ci sono, va a coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questi traguardi: i tanti operatori e volontari che collaborano, il direttore tecnico, la dirigenza. Il miglior premio di quest'anno, a mio parere, senza nulla togliere al prestigio degli altri, è il 2° posto nella categoria C21 conquistato grazie a Francesca La Farina e Agostino Rocca. Per questo motivo la targa sarà l'unico trofeo che non avremo in bacheca, perché l'abbiamo consegnato direttamente al presidente dell'Associazione Famiglie Persone Down Palermo Odv, Pippo Rocca. La conserveranno loro per noi. Un altro grande plauso va al grande Matteo Suriano: il titolo di Campioni regionali Cat. OPEN è stato ottenuto grazie a lui e a Daniele Madonia, che oggi era presente.

Agorà della Cultura 2021

I sei ragazzi che prenderanno parte ad Agorà della Cultura 2021 provengono tutti dall’associazione AFPD (Associazione Famiglie Persone Down) di Palermo, presieduta da Giuseppe Rocca.

Per noi, prima come genitori e poi come associazione, è importante garantire una vita quanto più normale possibile ai nostri ragazzi – commenta Rocca – Il nostro impegno va affinché le persone affette da sindrome di Down possano intraprendere percorsi di autonomia nel rispetto delle capacità e della volontà di ognuno.

Maggiori informazioni nell'ALLEGATO

10 0ttobre 2021, giornata nazionale delle persone con sindrome di down “PIÙ CI ASSUMI, PIÙ ASSUMERANNO”

Lavorare è fondamentale per le persone con sindrome di Down, come per tutti. Un lavoro, infatti, offre la possibilità di guadagnare uno stipendio, essere più indipendenti, imparare nuove abilità, incontrare persone e sentirsi apprezzati. Purtroppo, però le persone con sindrome di Down devono affrontare ancora pregiudizi e mancanza di opportunità. Con la pandemia, inoltre, moltissimi percorsi lavorativi intrapresi e avviati si sono interrotti. La ripresa economica che stiamo vivendo per essere davvero efficace e per tutti deve innescare un cambiamento culturale che metta al centro anche l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva. PER MAGGIORI INFORMAZIONE CLICCA QUI Fonte: https://www.coordown.it/notizie/coordown-torna-in-200-piazze-in-tutta-italia-per-promuovere-linclusione-lavorativa-delle-persone-con-sindrome-di-down/

Progetto “Fotografar m’è dolce in questo mare”

L’iniziativa intende sostenere percorsi formativi per 10 soggetti portatori di sindrome di Down (Trisomia 21), membri dell’Associazione Famiglie Persone Down Palermo OdV, promuovendo temi quale la cultura del mare e il rispetto per l’ambiente attraverso l’utilizzo del media fotografico. Il progetto prevede un insieme di attività che mirano al raggiungimento, attraverso la guida di un professionista del settore, di un livello basilare dell’uso della macchina fotografica e all’ampliamento della personale cultura marinaresca. Il programma prevede attività a terra e a bordo. Le attività a terra si svolgeranno sfruttando gli spazi esterni alla sede dell’Associazione Sant’Erasmo Nautilus OdV, in modo da accogliere i partecipanti nel pieno rispetto delle norme anti-Covid vigenti. Le attività in mare si svolgeranno utilizzando 3 mezzi nautici (2 barche a vela, messe a disposizione da volontari di questa Associazione, e 1 imbarcazione ausiliaria in lega di alluminio a propulsione elettrica, messa a disposizione dalla Guardia Marina Nazionale).

AFPD Cerca volontari per le attività 2021/2022

Attualmente siamo in cerca delle seguenti figure professionali:

  • Volontari
  • Animatori
  • Educatori
  • Psicologi

Inoltre si richiedono competenze di animazione, educazione, guida,
accompagnatori, esperienza di doposcuola o di attività di cucina.
E' preferibile che siano in età tra 25 ai 35 anni.

I CV dovranno essere mandati a afpdpalermo3@gmail.com
I candidati saranno valutati e contattati per un appuntamento di valutazione.

Chiusura del Progetto Finanziato dall’Ufficio OPM Tavola Valdese “RI-AUTONOMIZZIAMOCI”

Gentilissimi tutti, qui in allegato locandina per la tavola rotonda organizzata per la chiusura delle attività svolte nel progetto Ri-Autonomizziamoci, che abbiamo svolto principalmente in via telematica. Ci saranno riflessioni e restituzioni con uno scambio di idee e di conclusioni sulle attività svolte. Chiaramente l'invito ed il confronto è diretto in particolar modo a coloro i quali hanno presenziato alle attività sopra dette. Si prega di dare conferma della vostra presenza in modo tale da poter mandare l'invito attraverso Google Meet. Sicuri della vostra presenza, vi inviamo cordiali saluti Maggiori info nella locandina in allegato:

La giornata mondiale. Persone con sindrome di Down, la sfida di non essere soli

Essere in relazione, poter lavorare, chiedere attenzione e rispetto. Sono i tre aspetti che oggi, Giornata mondiale della sindrome di Down sottolineano le maggiori associazioni che in Italia si occupano di queste persone e delle loro famiglie (Aipd, CoorDown, Anffas). La Giornata mondiale – promossa da Down Syndrome International e confermata da una risoluzione Onu nel 2012 – viene celebrata ogni 21/3 per indicare le 3 copie del cromosoma 21, la caratteristica genetica all’origine della sindrome. Circa 40mila le persone in Italia (25mila adulti) e 417mila in Europa, secondo una stima effettuata da European Down Syndrome Association: un numero pesantemente condizionato dagli aborti selettivi permessi in molti Paesi. FONTE: https://www.avvenire.it/attualita/pagine/down-la-sfida-di-non-essere-soli